Membri

Paolo Baronio
Nick: Poldeold (coniato da chi è più giovane di me…)
Mi piace giocare! Arrovellarmi la mente cercando la strategia vincente, bluffare alla grande gabbando l’avversario, ma soprattutto essere in compagnia e divertirsi insieme. Mentre si gioca i sentimenti si mescolano: l’emozione per una combinazione vincente, la tensione che sale aspettando che l’avversario faccia la sua mossa, lo sgomento per un errore sono tutte esperienze che mi danno grande soddisfazione e che rendono eccezionale quest’attività.
Motto: “Il gioco è la parte dolce della vita, dove si racchiudono tutte le cose che non servono a nulla ma che ci sono necessarie” Alex Randolph, grande inventore di giochi.
Giochi preferiti: Io sono per “il gioco giusto nel momento giusto e con la compagnia giusta”. Mi adatto a quasi qualsiasi gioco da tavolo. Se dovessi esprimere delle preferenze potrei indicare i giochi in stile “german” come quelli che ho più piacere giocare. I “german style” sono i giochi in cui c’è una forte componente di pianificazione, di gestione, quelli pieni di segnalini, di omini di legno e di cubetti colorati. Vado matto per i giochi che prevedono un uso alternativo dei dadi (gestione dadi). Il dado infatti introduce quella parte di alea che, a mio modo di vedere, deve essere presente in tutti i giochi in maniera tale che non sempre il più forte vinca. È una sintesi della vita: non tutto può essere sempre calcolato.

Elijah Six
Quando gioco il mio obiettivo è la vittoria, ma vincere non è tutto. La vittoria non deve diventare un’ossessione, soprattutto se si vuole mantenere la competizione a un livello sano e costruttivo. Imparare a perdere con dignità e stile trovo che sia molto importante.
Poter partecipare a un incontro ludico è sempre e comunque da considerare come un privilegio e un onore, nulla di scontato. Avere la giusta compagnia e disporre di giochi è tutt’altro che ovvio. Essere consapevoli della fortuna che si ha in tal senso e saperla apprezzare è fondamentale.
Il vero motivo per cui gioco è comunque alla fin fine il divertimento, indipendentemente dalla vittoria. Sapersi divertire anche quando vince un proprio amico presente al tavolo, significa aver raggiunto una certa maturità. La vera felicità è fatta di condivisione. Condividere una stessa passione, condividere i successi sia dell’uno che dell’altro, condividere dei bei momenti tutti assieme. È questo il bello del gioco.
Giochi preferiti: Agricola e De Vulgari Eloquentia
Giochi preferiti light: Dixit e The Resistance
Motto: La vittoria più bella nel gioco è quella dell’amicizia.
Interessi vari: Oltre ai giochi da tavolo nutro particolare interesse per le varie manifestazioni religiose nel mondo, ho praticato vari sport differenti, seguo volentieri serie tv come anche anime, e trovo che nel corso della propria esistenza chiunque dovrebbe approfondire almeno un po’ le tematiche “psicologia positiva” e “sessuologia”.

Andrea Imberti
Nick: Grande Niba, nato dalla storpiatura del mio cognome… non provate a capire come, l’amico che me l’ha dato era “abbastanza” alticcio in quel momento.
Alto, biondo, occhi verde grigio azzurri… ok scherzavo, io ADORO i Giochi di Ruolo in particolare Dungeons & Dragons, ma nell’ultimo anno ho scoperto anche i giochi da tavolo, in particolare i giochi alla tedesca… comunque, non so se l’ho detto, ADORO i GdR.

Gabriele
Nick: Gabri
Motto: A cosa giochiamo?
Gioco a giochi di ruolo, magic l’adunanza e giochi da tavolo, prediligo giochi da tavolo e in particolare alla tedesca ma l’importante è giocare.
Giochi preferiti: tedeschi

Andrea Gallazzi
Nick: Avido ambasciatore degli Hacan, fosco fratello Cavil dei Siloni, calcolatore discendente di casa Stark.
Giocatore da più di 20 anni, amo i giochi complessi dove il gioco è sopra le regole, dove l’interazione, l’intrigo, il bluff e l’uso della psicologia sugli avversari è preponderante. Prediligo l’incertezza solo quando la strategia compensa il caso, ma non eliminandolo del tutto.
Motto: Ho giocato un’intera vita ad essere felice. Ora mi sono accorto che, ho vinto.
(Stephen Littleword)
Giochi preferiti: Sono un amante dei giochi all’americana, ma non sottovalutatemi, gioco bene anche ai giochi alla tedesca, i miei compagni lo sanno bene. Avete presente Carabina Quigley con la pistola?
I miei titoli favoriti sono Twilight Imperium, Battlestar Galactica, Il Trono di Spade e Race for the Galaxy.

Vanessa
Nick: Martex
A volte porto scompiglio per divertimento e non tutti mi comprendono. Dei giochi mi piace il conflitto e il pericolo ma anche la libertà di creare e l’invenzione, per questo mi piacciono i giochi “semplici”: i giochi di lotta alla sopravvivenza, i passatempi e i rompicapo.
Giochi preferiti: Il gioco nella storia, giochi antichi, e giochi non necessariamente astratti, ma soprattutto le guerre spaziali specialmente con alieni. Il Go è davvero un gran bel gioco, ma anche Race for the Galaxy.
Mi appassionano: I giochi le cui regole possono evolvere o essere diversamente interpretate, ma poi mi fanno anche arrabbiare >.< Ho una mania particolare per le trottole (che sono giocattoli, ma lo dico nel caso ve ne avanzasse qualcuna) e per le astronavi (quelle vere).

Simone Decarli
Nick: Groblnjar (aka Grob)
Perché gioco? Gioco per vivere i miei sogni in maniera attiva, quando gioco sono il corridore primo sul Tourmalet, sono il geniale barone dell’energia, sono il vulcanico generale dell’armata dei Celti, lo stressato architetto del re.
Gioco per giocare, quello che desidero in un gioco è lo spazio e il tempo che mi lascia per relazionarmi con gli altri giocatori e potermi confrontare con loro. Non gioco per perdere ma non gioco neppure per vincere, gioco per giocare bene, per poter avere delle belle sensazioni e per permettere ad altri giocatori di provare questo benessere. E oltre a ciò?
La mia passione, oltre a giocare, è far giocare. A volte preferisco spiegare un gioco e osservare i giocatori e la loro personale applicazione strategica e tattica delle regole del gioco. Adoro partecipare alle fiere e ai festival di giochi e poter “accalappiare” giocatori timidi, indecisi, incuriositi e soddisfare i loro desideri, che siano orientati a un gioco come Fluxx piuttosto che a un 1830. Il sorriso con cui ti ripagano per quanto loro offerto ripaga ampiamente la benzina e le ore passate per mandare a memoria regolamenti.
Giochi preferiti: In generale preferisco i giochi di battaglie tridimensionali; sono quelli che mi permettono, grazie ai materiali e agli elementi scenici, di immergermi nel contesto e di “leggere” più facilmente la strategia da utilizzare in base agli schieramenti.
Pur essendo fondamentalmente “onnivoro”, nell’ambito dei giochi da tavolo propendo più per i giochi “gestionali”: Funkenschlag, Le Havre, Colonial.
Motto: L’uomo non smette di giocare perché invecchia, invecchia perché smette di giocare. (G.B. Shaw)

Ci sono poi altri membri ancora troppo timidi da redigere un proprio profilo e metterlo online.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...