Occhio critico – Twilight Struggle

Autore: Groblnjar

Passiamo al miglior gioco secondo Boardgamegeek: Twilight Struggle. Pubblicato nel 2005 non ha perso un grammo del suo fascino. Gioco lungo e portatore di tensione a ogni pescata di carte, sempre in bilico tra l’espandere la propria influenza e il cercar di mettere i bastoni fra le ruote dell’arci-nemico, alea presente e presente pure il pericolo che il gioco prevalga sul giocatore sprovveduto ma… anch’esso non esente da pecche. Ecco a voi quelle più evidenti (estrapolate da commenti fatti al gioco da utenti presenti su Boardgamegeek con la mia rispettiva analisi).

Da segnalare il pessimo manuale, nel senso che è scritto in modo fitto e per nulla docile alla lettura o alla ricerca di chiarimenti.
Esempio:
6 – Operazioni
6.1 – Piazzamento segnalini operazione
6.1.1- 6.1.2 – 6.1.3 – 6.1.4 – 6.1.5 – 6.1.6 (ogni paragrafo un numero identificativo)
6.2 – Tiri di riallineamento
6.2.1 – 6.2.2 – 6.2.3
6.3 – Tentativo di un colpo di stato
6.3.1 – 6.3.2 – 6.3.3 – 6.3.4 – 6.3.5
6.4 – La corsa allo spazio

Devo andare avanti? Ok, il tutto corredato da esempi di gioco (insomma è tutt’altro che pessimo, anzi).

Lo scontro ideologico, politico e militare tra Unione Sovietica e Stati Uniti viene filtrato e elaborato secondo una visione, una sensibilità e una morale prettamente Statunitense.
La bella teoria del complotto universale. Anche quando vince la Russia in verità perde…

Gioco veramente complesso dove il giocatore è costretto a pianificare ogni singola mossa per sperare di vincere. Non gli do il massimo solo per il fattore fortuna nella pesca delle carte.
Trattandosi di un card-driven…

Molto bello, direi affascinante, ma anche un po’ pesante (e lungo). Purtroppo essendo un gioco solo da due non ci si gioca quasi mai.
Eh sì, farà la fine degli scacchi…

Nelle partite più equilibrate (leggi noiose)…
E’ vero! Anche a Subbuteo comincio a eccitarmi solo quando vinco 10-0!

Aggiungo due chicche; non ho mai scritto la provenienza dei recensori, ma questi due americani mi hanno veramente colpito per la capacità di analisi della loro esperienza ludica:

1 – L’ho giocato quando ero stanchissimo e non sono riuscito a capirlo.
Il voto risulta essere un 5/10, non ho capito se ha votato il gioco o lo stato dei suoi neuroni.

2 – Ad oggi non l’ho ancora giocato. Le tre ore di gioco sono assolutamente improponibili per mia moglie, ma ama il tema.
A onor di cronaca la recensione non è stata seguita da un voto, plauso alla coerenza.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Rubrica di Grob. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...